BLOG

Novità ed iniziative

NOTIZIE PIÙ LETTE

Gnocchetti della Valchiavenna: Immagine
Ricette | 04 Dicembre 2017

Gnocchetti della Valchiavenna

Tempi di preparazione: 20 minuti Difficoltà: 3/5 Tipicità: 5/5 Ingredienti per 4 persone: PER L'IMPASTO 600 g di Farina 00 1 panino ra...

04 Dicembre 2017

04 Dicembre 2017

46

0

Aziende socie | 07 Settembre

Azienda agricola Pizzini Gaetano

A Colorina una nuova stalla con box più ampi per il parto

Molti progetti attuati, altri che seguiranno, in mezzo un giovane 22enne coinvolto nella gestione dell’azienda agricola insieme al padre. E il benessere animale che lega, come un filo rosso sotteso, il passato il presente e il futuro: nell’azienda agricola Pizzini Gaetano, socia della Latteria Sociale Valtellina, un vecchio magazzino è stato da poco trasformato in una nuova struttura per gli animali, con box più grandi per il parto, un’infermeria e l’inserimento di cuccette per le vacche che si preparano a partorire. Investimenti previsti nel progetto di filiera “Montagna in Movimento”, promosso dalla cooperativa e realizzato grazie a un finanziamento del PSR Lombardia 2014-2020. L’azienda agricola di Colorina, in provincia di Sondrio, è uno dei partner (clicca qui per scoprire le altre aziende coinvolte).

 

La stalla a Colorina

Fondata nel 1996 con circa 70 vacche in lattazione e 130 capi in totale, l’azienda che si trova a Colorina (Sondrio), si è pian piano ampliata. Nel 2011 è stata costruita una seconda stalla, per contenere 60 animali. Sono state inserite le pale per il raffrescamento, è stato migliorato il comfort delle cuccette, inserendo ruspette che si muovono ogni ora e garantiscono una maggiore pulizia in stalla. “Si sono ridotte le infezioni, le dermatiti e anche le mastiti. E abbiamo anche diminuito l’uso dei farmaci”, racconta Matteo Pizzini, il giovane allevatore che guida l’azienda con il padre. Per migliorare il benessere degli animali – l’azienda, come tutti i soci di Latteria Valtellina, è sottoposta ai controlli CReNBA per certificare il benessere animale – i due hanno deciso di ampliare ulteriormente gli spazi con la stalla appena costruita, che è un prolungamento di quella esistente e possiede le stesse caratteristiche. Oggi i capi in totale sono 240, di cui 110 in lattazione e le altre bovine destinate alla rimonta interna.

 

I miglioramenti nella mungitura e nei campi

Anche sul fronte mungitura l’azienda agricola Pizzini Gaetano si è allargata: nel primo capannone era presente una sala a pettine, in cui i capi munti erano 8 per volta. Poi padre e figlio hanno realizzata un nuovo locale per mungitura, in una struttura a sé stante che rimane però attaccata alla stalla, e riescono a mungere 20 animali per volta. È stata inoltra inserita anche una sala d’attesa per migliorare il comfort delle bovine.

“Produciamo fieno e insilato di mais, e acquistiamo una piccola parte di foraggi di montagna quando abbiamo terminato le nostre raccolte di territorio”. Fra gli interventi attuati con il progetto Montagna in Movimento anche la realizzazione di una copertura per lo stoccaggio dei foraggi. “Nelle annate buone (come quella di quest’anno per esempio) saremmo andati in difficoltà di stoccaggio, ora con questa copertura andrà meglio”.

 

Il futuro dell’azienda agricola

L’azienda sta valutando l’acquisto di un rilevatore di calore per la stalla. È Matteo a spingere verso le nuove tecnologie: “Sono io che mi muovo per andare a vedere come funzionano, quali sono gli eventuali vantaggi e gli svantaggi. Una volta fatta una prima valutazione poi mi confronto con mio padre”. Il futuro passa da lui. “La mia presenza e il fatto che io sia giovane incentivano mio padre a investire anche per il domani. Se non c’è nessuno che possa portare avanti l’azienda, difficilmente l’allevatore ha la voglia e l’interesse a proseguire”, spiega il ragazzo, che ha le idee chiare anche per quanto riguarda gli obiettivi.

Gli allevatori puntano a ulteriori investimenti, cercando di migliorare ancora il benessere animale e usufruendo dei mezzi più innovativi, come i robot che puliscono la corsia di alimentazione. Al momento i Pizzini hanno installato un nuovo programma informatico per la gestione dell’azienda agricola, ma entro breve vorrebbero adottare anche quello per il registro dei farmaci. “Puntiamo su un costante sviluppo dell’attività, che continua ad avere come chiave la qualità e il benessere animale”, conclude il giovane allevatore.

Ti potrebbe interessare anche
Aziende socie | 18 Settembre
Un'azienda agricola valtellinese partita da zero, poco più di vent'anni fa, con 43 vacche, moglie e marito a...
Aziende socie | 11 Settembre
L’azienda agricola Fallati Angelo si trova in bassa Valtellina, a Cosio Valtellino, un piccolo paese in prov...
0 Commenti

Tutti i campi sono obbligatori