BLOG

Novità ed iniziative

NOTIZIE PIÙ LETTE

Gnocchetti della Valchiavenna: Immagine
Ricette | 04 Dicembre 2017

Gnocchetti della Valchiavenna

Tempi di preparazione: 20 minuti Difficoltà: 3/5 Tipicità: 5/5 Ingredienti per 4 persone: PER L'IMPASTO 600 g di Farina 00 1 panino ra...

04 Dicembre 2017

04 Dicembre 2017

86

0

News | 15 Ottobre

Misurare l’impronta ambientale e contrastare il cambiamento climatico

L’impegno di Latteria Valtellina lungo tutta la filiera

Misurare e ridurre l’impronta ambientale della filiera produttiva: si può riassumere in questo modo l’obiettivo del progetto “I care” finanziato da Regione Lombardia nell’ambito del Bando Innodriver (POR FESR 2014-2020). L’iniziativa, che si avvale anche delle risorse dell’Unione Europea e dello Stato italiano, coinvolge la Latteria Sociale Valtellina per tradurre concretamente l’impegno alla sostenibilità ambientale assunto nel contesto del progetto “Montagna in Movimento”, mettendo in campo strumenti e azioni per un maggiore rispetto del territorio e una risposta efficace ai cambiamenti climatici.

 

Il progetto di filiera per ridurre l’impatto ambientale

L’impronta ambientale è un indice utilizzato per calcolare il rapporto tra l’uso e lo sfruttamento delle risorse naturali da parte dell’uomo e la capacità del pianeta di rigenerare quelle stesse risorse, assimilando al contempo gli scarti prodotti. Una vera e propria cartina al tornasole dell’impatto ambientale delle attività umane e dei prodotti che da esse scaturiscono.

Il progetto “I care” applica la metodologia PEF (Product Environmental Footprint) sviluppata dalla Commissione Europea per promuovere modelli sostenibili di produzione e consumo, allo scopo di misurare l’impronta ambientale delle filiere produttive e adottare le opportune soluzioni per ridurla. Questo metodo si fonda sull’approccio a ciclo di vita, che valuta cioè l’impatto ambientale dell’intera filiera: nel settore lattiero-caseario, di conseguenza, si prendono in considerazione le attività di stalla, la lavorazione e trasformazione di caseificio, il confezionamento e la stagionatura, la distribuzione finale dei prodotti e persino lo smaltimento degli imballaggi degli alimenti (scopri come smaltire correttamente a casa gli involucri e le confezioni dei cibi).

L’approccio di filiera è contestuale alla strategia “Farm to Fork” dell’Unione Europea per l’attualizzazione della produzione agricola e alimentare a fronte delle sfide rappresentate dal cambiamento climatico e dal nuovo rapporto tra produttori e consumatori.

 

Latteria Sociale Valtellina e la sostenibilità ambientale del settore lattiero-caseario

Il progetto per la riduzione dell’impronta ambientale nella filiera del latte e dei prodotti lattiero-caseari coinvolge allevatori, casari e tecnici di produzione di Latteria Sociale Valtellina, che già da tempo hanno sottoscritto un patto per la qualità e intrapreso un percorso di sostenibilità che passa da tutela del territorio, certificazione del benessere animale e valorizzazione delle produzioni locali.

Accanto ad essi, anche gli altri attori della filiera come i fornitori di prodotti e servizi ausiliari – per esempio il packaging (scopri la nostra nuova bottiglia del latte in PET riciclato) – sono attivamente interessati dall’iniziativa, che ha come obiettivi:

  • il calcolo dell’impatto ambientale dei prodotti del settore lattiero-caseario, mediante l’applicazione della metodologia europea PEF;
  • lo sviluppo di uno strumento di supporto alle decisioni per intraprendere azioni finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale e all’efficientamento della filiera;
  • l’incremento della consapevolezza di produttori e consumatori nei confronti di produzione e consumo sostenibili, in termini sia ambientali sia economici.

La qualità dei prodotti Latteria Valtellina è indissolubilmente legata alla qualità del nostro territorio e dell’ambiente. Prendercene cura non è per noi solo un dovere ma una necessità, pienamente in linea con i nostri valori aziendali.

Ti potrebbe interessare anche
News | 01 Ottobre
Il progetto Montagna in Movimento unisce da alcuni anni gli allevatori e le aziende agricole socie della Lat...
News | 15 Settembre
Montagna in Movimento è il progetto integrato di filiera che punta alla promozione e allo sviluppo della pro...
0 Commenti

Tutti i campi sono obbligatori